sabato 31 maggio 2014

10 KM DI SORRISI E MAGLIETTE ROSSE!















Accade che un giorno decidi di proporre un progetto "assurdo".
E accade che dei pazzi come te ti seguano in questa impresa.
E così una 40ina di persone decidono di seguirci in questa impresa e di correre con "Tutti per Fabio" alla We own the night, la corsa in notturna della Nike. Nessuna competizione per noi, solo la voglia di sfoggiare le nostre magliette e il nostro messaggio per le strade di Milano tra 7.500 podisti.
Un successo in termine di partecipazione, entusiasmo, risate, unione...

Un grazie particolare ai Podisti da Marte che ci hanno notato e chiesto chi fosse Fabio.
Un grazie infinito a tutti quei "pazzi" che mi hanno seguito in questa avventura correndo, organizzando, facendo foto, facendoci pubblicità, arrivando stanche da una giornata di lavoro...
L'importante era esserci non tanto correre. E voi c'eravate. 

Ne sono certa: a Fabio, sarebbe piaciuto.




martedì 20 maggio 2014

TUTTI PRONTI PER LA "WE OWN THE NIGHT"!


Ormai è tutto pronto. Non ci resta che correre. Anche noi come associazione ci saremo alla We Own the Night, carichi più che mai. Correremo con le nostre magliette così da tramettere un messaggio che per noi è diventato un mantra: "Salvare una vita si può. Tu puoi."

Ci vediamo a Milano il 30 maggio...!

Per maggiori info, clicca qui


Associazione "Tutti per Fabio Onlus"



sabato 17 maggio 2014

IL RUNNER COLTO DA ARRESTO CARDIACO



Ieri sera, come ogni anno quasi 750 atleti hanno partecipato alla "Cesano Sotto Le Stelle", corsa non competitiva di 6km. Tutto sembra andare per il meglio quando un atleta di circa 45 anni, a trecento metri dall'arrivo è stato colto da malore ed è andato in arresto cardiaco. Chi era presente ha immediatamente chiamato i soccorsi che appena giunti sul posto hanno massaggiato e defibrillato l'uomo. In aiuto è arrivata anche l'automedica che dopo 20 minuti di massaggio cardiaco ha ripreso l'uomo e l'ha portato in ospedale. 

Inutile dire che la catena del soccorso qui ha funzionato. E bene.
Volete saperne di più nel caso vi trovaste in una situazione del genere (....perchè potrebbe accadere, sappiatelo!)? Venite il 28 maggio alle 21 a Vittuone! Per maggiori info, clicca qui.



mercoledì 14 maggio 2014

GIOVANI CHE FANNO LA DIFFERENZA







Oggi la nostra associazione è stata impegnata in una mattinata di informazione presso l'ITIS di Vittuone (MI) con le classi del primo e del secondo anno. Un'esperienza unica e da ripetere. Abbiamo trovato ragazzi attenti e interessati alla rianimazione cardiopolmonare e quello che è successo a Fabio e che ha poi portato alla nascita di "Tutti per Fabio".

Il riassunto di questa giornata si trova in queste parole... e noi abbiamo provato a seguirle.

"I giovani non hanno bisogno di sermoni, i giovani hanno bisogno 
di esempi di onestà, di coerenza e di altruismo."

Sandro Pertini (Messaggio di fine anno agli Italiani, 1978)



domenica 11 maggio 2014

ARRESTO CARDIACO: NE PARLIAMO A VITTUONE (MI)! VIENI?



Perché noi non ci stanchiamo mai di parlarne. 
Perché non se ne parla mai abbastanza. 
Perché il prossimo a salvare una vita, potresti essere tu.

La serata, come tutte le nostre iniziative nasce al fine di sensibilizzare la popolazione riguardo l'arresto cardiaco improvviso, con lo scopo di migliorare la conoscenza e la formazione dei cittadini riguardo la rianimazione cardiopolmonare.

Ti aspettiamo!



giovedì 8 maggio 2014

TUTTI X FABIO LIVE CONCERT


Ormai lo sapete e lo sappiamo! Quello del "Tutti per Fabio Live Concert" è diventato un appuntamento fisso, un concerto creato non solo per ricordare Fabio ma una delle tante occasioni per parlare di arresto cardiaco e defibrillazione precoce: perché parlarne è il modo migliore di non dimenticare.
Durante l'esibizione dei vari gruppi ci sarà occasione di parlare di questi argomenti... perché non se ne parla mai abbastanza!

Vi aspettiamo numerosi! 

lunedì 5 maggio 2014

TRE COSE DA SAPERE NELLA VITA


Qualche tempo fa parlavamo con qualcuno che ci ha detto testuali parole: "Per riuscire a vivere bene in questo mondo bisogna sapere necessariamente fare tre cose: saper usare il PC, sapere l'inglese e saper fare un massaggio cardiaco."

Ne abbiamo avuto l'ennesima riprova. E' di qualche giorno fa la notizia di una donna trovata a terra vicino alla sua bicicletta davanti al cimitero di Magenta colta da arresto cardiaco improvviso. La persona che l'ha soccorsa stava casualmente andando al cimitero e "casualmente" ha nel suo passato una lunghissima esperienza come volontario sulle ambulanze. Ma non solo: pur non essendo più all'interno dell'associazione di  pubblico soccorso, l'uomo ogni anno segue un corso di pronto soccorso per "rinfrescarsi le idee".

La donna ora sta bene ed è ancora ricoverata.
Non sappiamo se l'uomo sappia l'inglese o sappia usare il PC.
Di certo sa come si fa un massaggio cardiaco. Bravo!


domenica 4 maggio 2014

UNA RAGAZZA DI 15 ANNI, QUASI 16.


Oggi alla Festa di Santa Croce di Vittuone (MI) abbiamo mostrato una sequenza di RCP. C'era tanta gente. Ma proprio tanta. Di tutta questa gente una in particolare ci ha colpito: una ragazza. Dopo la dimostrazione si è avvicinata al nostro gazebo per chiedere informazioni. Gliele diamo, fa domande, si informa. Alla fine di tutto le chiediamo "Quanti anni hai?" "15, quasi 16".

Questo è un successo. 15 anni quasi 16 (sulla carta) ma credimi ragazza, eri proprio bella da sentire. 
E "la bellezza salverà il mondo" (Dostoevskij).

sabato 3 maggio 2014

NON DARCI UNA MANO. DACCENE DUE!


A noi una mano non basta.
Ce ne servono due.

Contattaci! 

EMAIL: tuttiperfabio@gmail.com
TWITTER: @tuttiperfabio
FACEBOOK: Tutti X Fabio
BLOG: http://tuttiperfabio.blogspot.it/

venerdì 2 maggio 2014

QUANDO UN "LAICO" SALVA UNA VITA


​Quando diciamo che salvare un vita una si può, non scherziamo. Non raccontiamo bugie. 

Alcuni giorni fa al Museo egizio di Torino un un dipendente è andato incontro ad arresto cardiaco ma l'immediato utilizzo di un defibrillatore ha permesso a qualcuno di salvare e a un altro di essere salvato. Quando i sanitari sono giunti sul posto l'uomo era stato già defibrillato due volte ed è stato poi trasportato all'ospedale Molinette di Torino. 
Il Museo egizio, come altre strutture museali piemontesi, è dotato di un defibrillatore da alcuni mesi. I dipendenti dei musei hanno seguito un corso al 118 per imparare a usare i defibrillatori.

Questa è civiltà.